Gatti

Come un gatto vede l’uomo

Come un gatto vede l’uomo, nel post a cura di Tutto Animali Da Compagnia

Gli animali domestici hanno un rapporto con l’ambiente circostante tendenzialmente diverso rispetto a quello di un uomo. Vedono le cose che li circondano con occhi e prospettive che si discostano da quelle umane. Un assunto che vale, a maggior ragione, per il gatto, la cui vista non rappresenta, indubbiamente, un punto forte.

Ma oltre alla vista c’è di più. C’è un mare di sensazioni, emozioni, prospettive che solo un gatto riesce a vedere. Ecco, quindi, come un gatto vede l’uomo.

Guardare l’essere umano attraverso gli occhi di un gatto

Se si assumessero, anche solo per un attimo, le sembianze di un gatto e ci si accorgesse di come lui guarda il mondo con i propri occhi, ci si accorgerebbe facilmente che vede tutto sfocato.

Questo perché, secondo quanto affermato dalla stragrande maggioranza dei veterinari, il gatto ha una vista poco sviluppata. È il senso che gli funziona meno, a differenza degli altri, quali udito, gusto e olfatto per i quali ha una maggiore predisposizione. Anzi, forse, proprio il fatto che la vista sia un po’ deficitaria, abbia reso ancora migliori gli altri sensi.

La miopia lo contraddistingue ed è per questo che il riconoscimento del proprio padrone, soprattutto da lontano, può avvenire maggiormente per i suoi comportamenti e non per la presenza fisica in sé.

Fondamentale il riconoscimento olfattivo

La comunicazione è fatta di riconoscimento olfattivo, più che di presenza visiva. Può capitare, ad esempio, che, in maniera del tutto inaspettata, il gatto tenda ad attaccare il proprio padrone, pensando che possa essere un altro animale. Il motivo è legato a quanto affermato in precedenza. Anche l’olfatto risulta essere piuttosto sviluppato, anche se è dimostrata una certa diffidenza di questi animaletti verso i profumi emanati dall’uomo, ma in questo caso il tasso di tolleranza varia a seconda delle razze. Leccare la pelle umana e annusare sono i segnali inequivocabili con cui dimostra se ha gradito o meno.

L’udito ha un ruolo fondamentale

L’udito, invece, rappresenta il pezzo forte del repertorio di un gatto. Sente a frequenze molto più alte rispetto all’uomo, arrivando a percepirne persino i suoni più impercettibili che l’essere umano produce. Per questo, quindi, il gatto, da lontano, può sentire dei suoni che a noi appaiono inesistenti.

Come il gatto osserva l’uomo e come interpretare i suoi comportamenti

L’osservazione del gatto sull’uomo rappresenta un fenomeno di studio ancora oggi. Tutto ciò allo scopo di decifrare, soprattutto, i comportamenti dell’animale rispetto a ciò che lo circonda.

Cosa vuol dire quando il gatto guarda fisso negli occhi

Lo sguardo fisso negli occhi, spesso e volentieri, implica una forma di affetto da parte sua. In quel momento, sta manifestando tutta la sua carica emotiva nei confronti dell’essere umano. Questo nonostante la fama di animale glaciale e freddo, che si porta dietro. Maggiore è la vicinanza, in quest’ottica, dal padrone, maggiore sarà il grado di fiducia e di bontà che intende trasmettere.

Cosa vuol dire la posizione accucciata

Quando il gatto osserva l’uomo in posizione accucciata, intende dire che in quel momento è più rilassato che mai. La serenità lo pervade, ma allo stesso tempo desidera avere tante coccole.

Tendenzialmente un gatto, nel momento in cui osserva costantemente qualcuno, vuole semplicemente richiamare l’attenzione su di sé. Nella maggior parte dei casi lo fa per una richiesta di affetto vera e propria.

Cosa vuol dire la posizione rigida

Quando, invece, un gatto assume una posizione più rigida e stretta nella conformazione visiva, significa che c’è uno stato di agitazione da parte sua in atto. Mostra un’aria agitata che può essere colmata solamente attraverso il gioco e l’intrattenimento. 

Il corpo rigido, tuttavia, può significare anche che risulta impaurito, spaesato, alla ricerca di tranquillità e relax. In questi casi si consiglia di non agitarlo ulteriormente tramite movimenti o suoni della voce eccessivamente impetuosi.